sabato 24 luglio 2010

La storia poco conosciuta (foto inedite)
I primi pescatori subacquei
GEPPETTO E GIANNI
non solo pesce...

Tra i primissimi pescatori di Su Pallosu, con le bombole e fucile, quando ancora non era vietato, un nome sugli altri: Geppetto, da tutti conosciuto con questo nomignolo, al secolo Angelino Iriu di Oristano.Nella foto lo vedete a destra, con Gianni Atzori, che con lui ha condiviso la passione per il mare. Cernie, aragoste e di tutto un pò, abbondavano non lontano dalla costa.La pesca era ricca e relativamente facile per coloro che furono tra i primissimi pescatori subacquei di tutta l'isola.Ma non solo di pesce abbondavano i fondali della zona. Dai pesci al corallo il passaggio è stato naturale.Così naturale che per Geppetto la pesca del corallo è diventata formalmente e a tutti gli effetti la sua professione.

La sua casa di via Tziu Triagus a Su Pallosu è diventata per decenni anche "l'Officina", (nella foto piccola in basso) ovvero il centro di ricarica per le bombole dei pescatori e amanti del mare, centro di soccorso per chiunque avesse problemi meccanici sia con i motori marini che terrestri.

E lo sbarco dei primi pescatori subacquei a Su Pallosu iniziò sul finire degli anni '50. Gianni Atzori nel 1961 comprò dal comune di San Vero Milis una fetta di terra, confinante con il terreno degli ex tonnaroti, che due anni dopo divise proprio con Geppetto.


La casa di Geppetto (foto a sinistra) il corallaro è stata anche per decenni anche punto di ritrovo per tutti gli amanti del mare, della pesca, della cucina e della compagnia. Geppetto è stato apprezzato maestro di tanti sub che si sono voluti cimentare con l'ebbrezza della profondità marina.
Su Gianni Atzori (nella foto a destra al timone) vedi apposito blog dedicato interamente a lui http://gianniatzori.blogspot.com/

Nessun commento:

Posta un commento